La Fondazione Gesù Maestro condivide ed aderisce all’iniziativa promossa dall’A.E.P.C. con il Comitato Nazionale “No Bestemmia!”

Uno dei 10 Comandamenti cita “Non nominare il nome di Dio invano” ed è pertanto importante richiamare l’interesse su questo argomento.

Non possiamo lamentarci e poi, quando si tratta di agire, lasciare che siano sempre gli altri a farsi avanti anche per noi. È il momento in cui non possiamo più rimanere indifferenti al degrado morale che ci circonda. Chiediamo il tuo aiuto per dare la possibilità alla maggioranza silenziosa, che dif­ficilmente trova spazio per esprimere il proprio pensiero, di farlo a gran voce attraverso affissioni murali nelle città d’Italia e negli spazi dei maggiori quotidiani. […]

Se saremo in tanti, riusciremo a far risuonare la nostra voce nelle vie, nelle piazze delle nostre città, nei pezzi dei giornali nazionali e nelle comunicazioni inviate al maggior numero possibile di famiglie italiane; potremo così far passare il messaggio che le persone di buon senso non sono più disposte a subire passivamente il degrado, ma che sono pronte a reagire a tutto questo permissivismo e linguaggio blasfemo, che di fatto stanno mortificando la società, la­sciando una misera eredità alle generazioni future. […]

Qualcuno potrebbe obiettare: tra i tanti problemi esistenti, cosa vogliono mai questi del Comitato No Bestemmia? Noi crediamo che non si possano difendere le persone per i loro legittimi diritti, se prima non si difende Dio, al di là dell’essere credenti o non credenti.

Per ulteriori informazioni sulla campagna antiblasfema, vi invitiamo a visitare il sito www.quotidianolavia.it.

E’ possibile anche contattare il Comitato ai seguenti recapiti: tel. 049 703342 – cell 338 6927956 – comnobes@gmail.com